RIORDINO IN MATERIA DI CONCESSIONI DI ACQUE PUBBLICHE



DECRETO del PRESIDENTE della REPUBBLICA 18 febbraio 1999 n.238
(pubblicato sulla G.U. n. 173 del 26 luglio 1999)
Regolamento recante le norme per l'attuazione di talune disposizioni della legge 5 gennaio 1994 n.36.

Con il regolamento attuativo della L. n.36/94 è entrata in vigore la normativa che disciplina l'utilizzo delle acque.
La novità fondamentale consiste nel fatto che non esistono più acque private (ex art.910 del C.C.). Tutte le risorse idriche, superficiali o sotterranee fanno parte del demanio pubblico.
La L. n.36/94, tuttavia, consente liberamente ai privati:

  • di raccogliere le acque piovane "in invasi o cisterne al servizio di fondi agricoli o di singoli edifici";
  • l'utilizzo di acqua sotterranea per uso domestico (art..93 del T.U. n.1775/33).



Chi utilizza acqua per usi diversi da quelli riportati ai punti 1 e 2 o da fonti diverse da quelle sotterranee e piovane, deve richiedere il riconoscimento o la concessione preferenziale di cui agli artt. 3 e 4 del T.U. n. 1775/33, entro un ano dall'entrata in vigore del regolamento attuativo e cioè

entro il 10 agosto del 2000 

Dopo tale data chi continua ad utilizzare l'acqua senza aver regolarizzato la propria posizione è considerato "abusivo" e pertanto soggetto alle sanzioni amministrative pecuniarie previste dall'art. 23, comma 4, della L. n. 152/99, che vanno da L.5.000.000 a L.50.000.000 .
Nei casi di particolare tenuità la sanzione va da L.500.000 a L.3.000.000

 

LEGGE 17 agosto 1999 n.290, art.2. Proroga dei termini nel settore agricolo (pubblicato sulla G.U. n. 195 del 20.08.99).

Il termine per le denunce dei pozzi di cui all'art. 10 del decreto legislativo 123 luglio 1993, n.275 è riaperto e fissato in dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge stessa e cioè al

4 settembre 2000

Per i pozzi di uso domestico o agricolo, la denuncia e la richiesta di concessione possono efettuarsi anche mediante autocertificazione.

Il nostro studio è in grado di fornire la necessaria consulenza ed effettuare il disbrigo delle pratiche presso gli uffici dell'Amministrazione Provinciale competente.

contattateci: primoambiente@geologi.it

TELESE  TERME (BN)

Tel. +039 0824 941252

Fax +039 0824 974870